Skip Navigation Links
menùExpand menù

  • Monumenti, aree archeologiche, parchi naturali, da nord a sud.

  • Siti archeologici, mare cristallino a sud e nelle isole.

  • Monumenti aree archeologiche, un paesaggio interno intatto.

  • Paesaggi stupendi. La Corsica in camper.

  • Il paese delle biciclette e dei mulini a vento.

  • Il deserto, le oasi e il lago salato.

www.arcipelagoverde.it

Corsica Sud

Premessa

L’itinerario partendo da Bastia percorre le parti più belle della costa orientale fino a Bonifacio, per poi risalire rapidamente fino ad Ajaccio, ritornando tagliando per l’interno. E' stato  fatto nel 2002 e integrato con località visitate nel 2012.

Da Bastia verso sud

30 giugno 2002

Scegliamo di saltare il primo tratto da Bastia, con mare poco interessante e costa rettilinea.

Favone. Percorrendo la strada N 198 da Bastia verso Bonifacio dopo qualche ora di viaggio si arriva nell’ansa di Favone, bella la spiaggia, possibilità di sosta lungo la strada, oppure si può imboccare la strada a destra verso il campeggio.

Pinarellu. Proseguendo sulla strada N198 verso sud all’altezza di S. Lucia di Porto-Vecchio, nel centro del paese, al primo incrocio si devia a sinistra e si seguono le indicazioni per Pinarellu. Dopo pochi Km si arriva ad un borgo con cimitero sulla destra. La baia è molto bella con pineta, possibilità di parcheggio lontano dalla spiaggia. Proseguendo sulla strada si arriva ad un bivio procedendo a sinistra si arriva al camping "California". Posto tra i pini fino al mare; si affaccia sulla seconda baia, la spiaggia dedicata al campeggio è piccola (e con presenza di alghe) perché quasi tutta è del campeggio naturista "La Villata".

Porto Vecchio: la parte vecchia è arroccata su un colle, caratteristico il centro storico. Con il camper è impossibile entrarci, meglio deviare verso il porto parcheggiando sulla via verso lo scalo dei traghetti. Nelle aree adibite alla sosta in porto le solite barre anticamper impediscono un parcheggio più opportuno.

L’Ospedale (U’Spidali)

2 luglio 2002

All’interno il clima e il paesaggio cambiano radicalmente basta inoltrasi per 40 Km e salire oltre i 1000 m. L’Ospedale L’Ospedale per assaporare una vacanza diversa fatta di paesaggi alpini e profumo di boschi. Dalla strada N 198 deviare verso l’interno per "L’Ospedale". Arrivati nel paese si può parcheggiare sul piazzale della chiesa e visitare il paese o iniziare una vera e propria escursione utilizzando i sentieri segnati. Proseguendo dopo "L’Ospedale" si arriva ad un bellissimo altipiano con un lago artificiale (vietata la balneazione). L’Ospedale L’Ospedale Le possibilità di sosta sono molteplici sia lungo il lago sia poco prima presso la strada per "Cartalavonu". Un’area di sosta molto bella e appartata raggiungibile con il camper è la seguente: prima del lago dalla strada D 368 prendere per "Cartalavonu" dopo 400 mt. al bivio girare a sinistra, dopo 1 km al cartello per ristorante "Le Refuge" c’è un bivio, girare sulla destra prendendo una strada asfaltata molto stretta, a 200 mt. bivio, prendere a destra, proseguire per altri 100 mt. e fermarsi sullo spiazzo a destra. L’Ospedale L’Ospedale Il posto è conosciuto solo dai locali, è possibile approvvigionarsi da una fonte se si prosegue a piedi lungo il sentiero che scende nel bosco. Continuando invece per lo stradello asfaltato si sale fino a "Col de Mele" 1100 mt.

Palombaggia

4 luglio 2002

Tornando sulla N 198 si prende direzione Bonifacio e poco dopo seguire le indicazioni per la Palombaggia. La strada dopo aver superato le saline di Porto Vecchio costeggia il promontorio e supera due campeggi (lontani dal mare). Ad un bivio girare a sinistra seguendo l’indicazione. La strada porta ad una riserva naturale di Punta Cervicale. Conviene 50 mt. prima della solita barra anticamper imboccare lo stradello sterrato sulla destra che porta ad un ampio parcheggio sotto una pineta, con accesso al mare. La spiaggia è una delle migliori della Corsica. Palombaggia Palombaggia Palombaggia PalombaggiaI bar in stile tropicale distribuiti lungo la spiaggia offrono anche da mangiare. Il gestore del bar vede di buon occhio i camperisti soprattutto se si fermano a mangiare.

Golfo di Santa Manza

5 luglio 2002

Dalla N 198 continuando verso Bonifacio, prendere il primo bivio a sinistra per "Santa Manza" strada D 60, poi la D 58 per "Gurgazu" lungo la strada che costeggia il mare sono numerose le possibilità di sosta, (di notte è vietata la sosta, ma mancando aree autorizzate, ci sentiamo in diritto di infrangere la disposizione). Il paesaggio è selvaggio e assomiglia sempre di più a quello sardo. Verso la fine della strada troviamo un ampio spazio che fa al caso nostro, poco più in là una locanda in stile campagnolo ci rifocilla con un buon pasto.

Cala Longi

7 luglio 2002

Percorrendo la strada D 258 fino in fondo si arriva nella riserva marina: la strada è stretta e conviene lasciare il camper prima dell’ingresso. Il luogo è ancora incontaminato, s’intravvedono però sulla sinistra delle costruzioni che incominciano a colonizzare la costa.

Bonifacio

8 luglio 2002

E’ una delle cittadine più affascinanti della Corsica, vale la pena di visitarla, il camper occorre lasciarlo prima del porto in uno dei piccoli parcheggi a pagamento, poi risalire la strada a piedi. Bellissima la passeggiata lungo il perimetro della città che si affaccia al mare. La città vecchia si sviluppa sul promontorio con scogliere a strapiombo sul mare. Con attraenti vecchie stradelle,  costeggiando le insenature dalle quali si possono notare le isole di Lavezzi e di Cavallo, oppure la Sardegna. Bonifacio è una città esposta al vento. Quando il vento soffia la sua potenza è tale da spingerti in terra. Bonifacio Bonifacio Una volta entrammo in porto con una barca a vela, nonostante le vele fossero tutte ammainate il vento incanalandosi nelle sue gole ci portò dritto verso la banchina, faticammo non poco per non andarci contro. Dal porto si sale lungo un cammino a strapiombo sul mare. All'inizio del secolo, gli asini ingombravano questa strada; allora erano centinaia gli asini che rifornivano la vecchia città.

Tonnara

9 luglio 2002

Risalendo da Bonifacio sulla strada N 196 il paesaggio è molto affascinante, rocce di granito lavorate dal vento che spuntano dalla macchia mediterranea, un paesaggio molto simile alla zona sarda di S. Teresa di Gallura. Prendere per la località "Tonnara" strada D 358. Tutte le stradine d’accesso al mare hanno barre anticamper, unica alternativa è il parcheggio del ristorante di fronte al porticciolo dei pescatori. Nella zona le rosse scogliere creano un bel contrasto con il mare blu.

Cala di Roccapina

10 luglio 2002

Continuando sulla N 196 verso Ajaccio poco dopo un punto panoramico in cui s’intravede in fondo il turchese del mare e il bianco della spiaggia, sulla sinistra ad un bivio un cartello ci indica il campeggio di Roccapina Km 2. La strada sterrata bruttina ma abbastanza larga si percorre sperando di non incrociarsi con un altro camper, porta ad un piazzale accanto al campeggio, non è possibile andare oltre (barre anticamper). Se c’è posto nel piazzale si può parcheggiare ed andare al mare (10 min. a piedi) altrimenti unica alternativa è entrare nel campeggio comunale, considerando la bellezza del mare conviene fermarsi nel campeggio.

Qui finisce l'itinerario del 2002.

Tizzano

14 e 15 aprile 2012
Trekking Tizzano Trekking Tizzano Trekking Tizzano Trekking Tizzano

Tizzano è uno dei tratti di costa più belli e meglio conservati della Corsica. Per fortuna ancora semisconosciuta. Erano esattemente vent'anni che mancavamo da questo posto, eppure il ricordo di questa splendida località si era mantenuto molto vivo, al punto di voler a tutti i costi ritrovare quella splendida baietta in cui è stato girata la parte finale del video: La Corsica in moto.

Ajaccio

16 e 17 aprile 2012
Propriano Propriano Propriano Propriano

Da Tizzano si può riprendere la strada per Sartene e poi proseguendo in direzione di Ajaccio, troviamo una bellissima spiaggia nei pressi di Propriano. Fino a qualche anno fà si poteva parcheggiare il camper vicino alla spiaggia, ora una barra anticamper impedisce di avvicinarsi. E' possibile comunque lasciare il mezzo presso un piazzale di lato alla strada, area n°4868.

Arrivati ad Ajaccio, abbiamo sostato anche di notte, in uno dei parcheggi nel porto dei pescatori ancora non impediti da sbarre anticamper (vedere foto), un cartello posto all'ingresso indica divieto di campeggio.

Ponte Francardo Ponte Francardo

Per tornare a Bastia si può utilizzare la strada interna N193. Noi abbiamo sostato per una notte nel parcheggio della stazioncina ferroviaria di Ponte Francardo area n°2481.

Utilizzate le nuovissime App "Arcipelago Camper" o "Arcipelago Camper pro!" per cellulari e tablet Android: Google Play Store

Parliamo di noi nel web vedere novità: gruppo Facebook ArcipelagoCamper     mandaci una e-mail L'Associazione no-profit Arcipelago persegue le seguenti finalità (Art. 2.):

 Google Analytics visitatori sito

L'utilizzo su altri siti: dei file, dei testi e delle immagini contenute su questo sito, senza preventiva autorizzazione, è espressamente vietata.